Fra le personalità care a Borgo Egnazia, The Dressing Screen trova una nuova guida: chi meglio della celebre ex top-model italiana Antonia Dell’Atte, brindisina (ma oggi spagnola d’adozione) può raccontarci questa splendida terra? Ecco la bucket list della bellissima Antonia, accompagnata da alcuni scatti scelti da lei proprio per The Dressing Screen.

L’artigianato locale immancabile da conquistare

“Ho un debole per le famosissime ceramiche di Grottaglie: tutte le pigne, i piatti, le decorazioni, soprattutto i celebri “pomi”. Ne ho una bella collezione… e si dice che siano anche di buon auspicio!”

Il capo più bello acquistato da Bottega Egnazia

Bottega Egnazia Antonia Dell'Atte

“Nella selezione della Bottega mi sono sempre piaciuti gli abiti fluidi, la scelta dei lini, la proposta di tessuti ariosi e lunghe camicie. Splendidi anche gli abiti più freschi a righe in colori tenui. Basta camminare nel vento per sentirli muovere intorno al corpo, e respirare un senso di libertà.”

Cosa mangiare assolutamente in Puglia

“Nomino delle eccellenze assolute: i ricci di mare, le fave con la cicoria e, naturalmente, la burrata locale. È proprio il latte che cambia, regalandole un aroma unico. E poi i “lampascioni” e le focacce, ma anche tutte le verdure condite con l’olio del territorio, ottimo anche con basilico e origano sulle classiche friselle. E come dimenticare i taralli? Sempre immancabili.”

Dove faccio i miei primi bagni in Puglia

Puglia Bottega Egnazia Antonia Dall'Atte

“Normalmente risiedo ad Ostuni, ma il primo bagno è sempre in una delle splendide spiagge di Borgo Egnazia, come Cala Masciola o La Fonte. Bellissima anche quella di San Domenico a Mare, terra della Masseria San Domenico (“sorella” di Borgo Egnazia, della stessa proprietà). In realtà ho un debole per La Fonte, dove sott’acqua avverti correnti fredde che ti accarezzano… il contrasto con il caldo esterno è davvero vivificante.”

L’escursione più affascinante

Antonia Dall'Atte Puglia Borgo Egnazia

“Direi subito Le Grotte di Castellana, un complesso di cavità sotterranee di origine carsica, spettacolo unico nel suo genere. E poi i trulli della celeberrima Alberobello; fra le città sicuramente Lecce o la mia Ostuni, la città bianca! Oppure lo scenografico borgo di Cisternino o gli scavi di Egnazia, a Savelletri di Fasano, tra i siti archeologici più interessanti della Puglia, dove si respira la Magna Grecia. E poi cercate uno dei tanti uliveti millenari, in cui fare passeggiate.”

Il momento più bello che ricordo, trascorso in queste terre

Puglia Luxury Hotel Borgo Egnazia

“Sento già nell’aria il profumo di quando arriva la vendemmia, verso settembre-ottobre… segue poi la raccolta degli ulivi, a novembre. Amo molto anche le sagre di paese come quella della polpetta, o quella delle fave: in generale quasi tutti i paesini leccesi ne hanno una. Immancabile anche la Cavalcata di Sant’Oronzo, patrono di Ostuni, che ogni anno a fine agosto porta in strada cavalli drappati e vestiti: una sfilata stupenda. E infine la grande festa estiva di Borgo Egnazia, una di quelle in cui mi diverto di più: ci sono luminarie bellissime che accendono tutto il borgo, tavolate dove la gente mangia per poi ballare, ridere, cantare e chiacchierare fino a notte.”

Cosa mettere sempre in valigia…

Antonia Dell'Atte Bottega Egnazia Puglia

“Un bel paio di scarpe comode, per camminare e visitare ogni luogo. Cose pratiche, come un pantalone arioso o anche shorts. Immancabili i filtri solari: personalmente uso solo prodotti del marchio spagnolo Isdin, è ottimo. Per idratarmi amo quelli di Puressentiel, o l’utilissimo olio di rosa mosqueta.”

… e cosa lasciare in città

“I tacchi! È un posto da camminata. Se li trovi in valigia, devi far finta di averli dimenticati lì…”

La più bella scoperta che ho fatto nel territorio

“Non smetti mai di scoprire. Taranto, una delle città della vera Magna Grecia, ha un museo d’arte stupendo che non conoscevo. La Costa Ionica è splendida: recentemente ho scoperto anche Lizzano, vicina a Campomarino. Conosco ancora poco la celebre Marina di Pescoluse, soprannominata le “Maldive locali”: una riserva naturale bellissima raggiungibile a piedi. Vorrei rivedere anche l’affascinante piazza di Conversano, con il suo Castello. E poi la zona di Borgo Egnazia, che rivela sempre splendide masserie.”

La musica che non può mancare in quest’atmosfera

Antonia Dell'Atte Puglia Musica Moda

“Mi capita di ascoltare canzoni di Franco Battiato che raccontano la sua sicilianità: spesso, le associo proprio alla Puglia. Canzoni come Mal d’Africa mi ricordano tutto ciò che fa parte anche della mia vita, quando lo sento cantare in modo semplice dei ricordi che potrei tranquillamente associare al mio passato. Passando a noti cantanti locali… perché non citiamo anche un bel vintage di Albano? O un gruppo come i Negramaro, bravissimi. E per tornare a tempi allegri, un foggiano unico come Renzo Arbore con la sua musica non può certo mancare!”

 

ACQUISTA la selezione di capi di Bottega Egnazia per The Dressing Screen:
il 5% delle vendite sarà destinato a finanziare la RICERCA SCIENTIFICA dell’ Istituto Mario Negri.