L’amore per la moda, ma soprattutto per ciò che solo l’artigianalità italiana può realizzare. The Dressing Screen nasce così, dopo anni d’incessante ricerca fra prestigiose boutique storiche italiane e indirizzi segreti… ma soprattutto, da due donne appassionate.

La profonda amicizia fra Claudia e Stefania, entrambe bolognesi, sboccia per caso a Los Angeles nel 2006, diventando sempre più forte in Italia mentre entrambe proseguono nelle rispettive carriere. Claudia nel mondo dell’economia, Stefania nella moda tra merchandising e digital… ma fuori dal lavoro, ogni momento è buono per viaggiare e scambiarsi indirizzi di atelier esclusivi: dove trovare pezzi forse meno noti, ma certamente unici.

«Ci siamo rese conto di conoscere indirizzi e stilisti di cui avevamo personalmente testato la qualità, ammirati anche da amici e conoscenti. Con quei designer avevamo creato un rapporto umano di stima e fiducia, oltre al semplice rapporto negozio-cliente. E così è nato questo progetto, per valorizzare l’unicità di relazioni coltivate da anni, ma soprattutto per rendere accessibili a tutti splendide creazioni trovate a spasso per l’Italia.

Fedine sarde, “coffe” siciliane, friulane veneziane… Una passione poi estesa al bambino quando, diventate mamme, abbiamo cercato di raggiungere la stessa qualità nella moda baby, capendo come online sia difficile trovarla».

Il nome

The Dressing Screen: “il paravento”. Oggetto di design usato in tanti atelier come intimo camerino, diverso per forme e materiali… ma sempre affascinante, e un poco rétro. Ed è grazie al paravento virtuale di Claudia e Stefania che oggi si potranno scoprire online modelli sartoriali e oggetti artigianali di tutt’Italia, di altissima qualità. Idea italiana, spirito internazionale: non solo prodotti, ma anche tanti progetti creativi con i quali scoprire persone, designer e città.